Prima e dopo: com’è cambiato lo Spezia

Prima squadra   17 Gennaio 2019
Condividi   share

Ci siamo. La pausa invernale è terminata e il campionato di Serie BKT sta per ripartire. I Leoni scenderanno in campo nel posticipo di lunedì 21 gennaio a La Spezia, tornando a giocare dopo oltre venti giorni.

Un match delicato, contro una squadra che dopo una partenza a rilento (tre sconfitte nelle prime sei gare) ha trovato un buon ritmo, chiudendo il 2018 con cinque risultati utili consecutivi.

All’andata Venezia FC e Spezia si scontrarono nel primo turno, inaugurando il proprio campionato. La partita, equilibrata fino alla fine, venne risolta in favore dei lagunari da un gol di Bentivoglio, arrivato nel recupero della prima frazione grazie anche a una deviazione di Mora.

Da quel 25 agosto le cose sono molto cambiate, le due squadre hanno trovato una propria identità e si stanno preparando per la seconda parte di stagione, quella decisiva.

Lo Spezia, attualmente settimo in classifica e in piena zona playoff, ha sfruttato la finestra invernale del calciomercato per rafforzarsi, concludendo un paio di colpi molto interessanti.

Dall’Avezzano (squadra iscritta al campionato di Serie D) è arrivato l’esterno Michael D’Eramo, autore di quattro reti da settembre ad ora.

Il vero acquisto, però, è stato un altro e proviene dalla Serie A. Dopo una lunga trattativa, infatti, lo Spezia è riuscito a battere la concorrenza di molti club, aggiudicandosi così l’attaccante del Parma Alessio Da Cruz. L’olandese, l’anno scorso per sei mesi a Novara, ha già dimostrato di poter fare la differenza nel campionato cadetto e vuole ripetersi al debutto contro gli arancioneroverdi.

Difficile che nel match contro i lagunari D’Eramo faccia il suo ingresso in campo, mentre è molto probabile che ci sia Da Cruz, con le possibilità che l’ex Twente parta dal primo minuto che sono in rialzo.

Insomma, i liguri sono una squadra che ancora non è stata rivoluzionata, ma che è attivissima sul mercato. Da qui a fine gennaio sono attese novità da aggiungere ai due neo acquisti e a una rosa già di per sè all’altezza. La speranza dei tifosi bianconeri è che il mercato possa migliorare ulteriormente il gruppo a disposizione di mister Pasquale Marino, per puntare a scalare la classifica.

Il Venezia FC, che sicuramente non è stato a guardare ufficializzando gli arrivi di Lombardi e Rossi, vuole invece accorciare il gap dalle prime ed aumentare il distacco dalla zona retrocessione.

Di motivi per guardare il match di lunedì sera, insomma, ce ne sono eccome.

Tags     Prima e dopo:    

Potrebbe interessarti anche