Derby da Leggende: l’Hellas Verona presentato da Poggi e Soligo

Prima squadra   01 Marzo 2019
Condividi   share

Domenica sera, con calcio d’inizio alle 21, allo stadio Marcantonio Bentegodi andrà in scena una partita diversa dalle altre. Il ventisettesimo turno di Serie BKT, infatti, metterà di fronte Hellas Verona e Venezia FC, due delle quattro squadre venete iscritte al campionato cadetto.

Un derby sentito da entrambe le parti, una rivalità difficile da spiegare se non si ha provato in prima persona cosa voglia dire. Dunque chi meglio di alcune leggende arancioneroverdi per prepararci a questo delicato match?

Paolo Poggi, che in carriera di derby ne ha giocati eccome, sa che quello con l’Hellas Verona è diverso da tutti gli altri:

Si tratta di una partita certamente sentita da entrambe le parti, ma a differenza di quando giochiamo contro il Padova l’atmosfera è più distesa. Tra le tifoserie dei gialloblu e del Venezia FC, infatti, c’è molto rispetto e questo è evidente durante i novanta minuti: si gioca sempre in un clima di festa, dove alla rivalità territoriale si contrappone una reciproca stima.

Rispetto o meno, quello con l’Hellas Verona è pur sempre un derby e già all’andata, nell’1 a 1 giocato sotto il diluvio del Penzo, il calore del pubblico non è mancato, tra il tifo degli scaligeri e la spinta dei tifosi lagunari.

Domenica si giocherà al Bentegodi, impianto da quasi quarantamila posti e che probabilmente sarà in gran parte esaurito. Un’arma a doppio taglio per i padroni di casa, che potrebbero anche risentire della pressione data da un match tanto importante:

L’Hellas – prosegue Poggi – ha una curva molto rumorosa, che non fa mai mancare il proprio appoggio e che domenica sarà stracolma. In un momento così delicato però, è possibile che la squadra senta ancora più responsabilità e noi dobbiamo essere bravi a sfruttare questa eventualità. I ragazzi non devono farsi condizionare dall’ambiente che troveranno domenica sera. Il mio consiglio è uno: appena entrano in campo, guardino a sinistra, verso il settore ospiti. Lo troveranno carico di tifosi arancioneroverdi pronti a supportarli.

Difficile fare previsioni in una gara indecifrabile come un derby. Come giocarsela quindi?

In queste partite non esistono pronostici . Ricordo un 1 a 0 per noi al Penzo, con gol dell’ultimo arrivato Drascek, che scaricò in rete un bolide da fuori area. Quel Venezia FC – Hellas si giocava in Lega Pro e non partivamo certo come favoriti, ma poi vincemmo.

Credo che in questi scontri sia importante non dare peso al risultato. Non bisogna pensare a giocare per vincere o per prendersi un punto, perchè gare come questa si decidono con il cuore. Se scendi in campo con lo spirito giusto puoi ottenere qualunque cosa, se al contrario non ci metti tutto te stesso allora ti devi preoccupare.

Certo, difficile pensare che domenica le due squadre giochino senza alcun pensiero. Sia i veronesi che i Leoni non vivono un buon momento e sanno che un successo nel derby potrebbe far svoltare le rispettive stagioni. Due piazze importanti come quelle dell’Hellas e del Venezia FC non possono essere soddisfatte dell’andamento nell’ultimo periodo e si aspettano miglioramenti.

Evans Soligo, che in carriera ha vestito sia la maglia gialloblu che quella arancioneroverde, sa cosa vuol dire questo derby, soprattutto per ciò che può significare in ottica classifica:

E’ una partita molto sentita e forse quest’anno più che mai. L’Hellas vuole tornare a lottare per la promozione diretta, noi invece abbiamo bisogno di recuperare qualche posizione e allontanare la zona retrocessione. Entrambe le squadre vogliono i tre punti e ritengo che le tante assenza rendano ancora più difficile un pronostico.

Match di cartello, che anche se non rappresenta il derby per eccellenza vale comunque tanto per i tifosi.

Si tratta di una rivalità territoriale importante – prosegue Soligo – anche se non è la più sentita. Per noi la partita della vita è quella con il Padova, mentre i gialloblu hanno nel Vicenza il “nemico” numero uno. Però si è visto anche all’andata come nessuno dei due club voglia perdere questo scontro, perchè vincere ti dà comunque una carica incredibile, utile per affrontare il resto della stagione.

Sarà una bellissima partita in una splendida cornice. Ovviamente speriamo di vincere, sarebbe importantissimo.

 

Tags     #VERVEN    

Potrebbe interessarti anche