Citro riprende la Cremonese: al Penzo finisce 1 a 1

Prima squadra   18 Marzo 2019
Condividi   share

Non è arrivata la tanto desiderata vittoria, ma un punto che smuove comunque la classifica dei Leoni. Contro la Cremonese di mister Rastelli, diretta concorrente per la salvezza, era fondamentale non perdere, per non vedere i grigiorossi scappare in classifica. Certo, a un primo impatto il pareggio può sembrare un risultato beffardo in termini di classifica, ma considerando che si trattava solamente della seconda partita con Cosmi in panchina non è assolutamente un risultato da buttare.

Sin dalle prime battute si è capito che sarebbe stato un match equilibrato, con spazi molto ristretti e poche chance. La prima, ben costruita dai padroni di casa, se la crea Vrioni, che dalla distanza prova a beffare Agazzi, trovando però la pronta risposta del portiere ex Milan.

E’ questo, in pratica, l’unico vero tiro nella prima mezzora, segno di come si trattasse di una partita

molto tattica. E’ servito un episodio, allora, per sbloccare il risultato. Al 30′, infatti, da un punizione laterale Del Fabro anticipa Fornasier, spedendo il pallone alle spalle di un incolpevole Vicario. Vantaggio ospite e secondo gol subito dai Leoni su palla inattiva nell’arco di una settimana.

Neanche il tempo di riprendere il gioco e i lagunari hanno la più grande delle occasioni: Citro sfrutta una disattenzione della difesa grigiorossa e, dall’interno dell’area piccola, appoggia all’indietro per l’accorrente Vrioni. Il numero 32 avrebbe tutto il tempo di prendere la mira e segnare ma, clamorosamente, manda alto.

Passa un minuto e Pinato crossa un bellissimo pallone dalla sinistra sul quale si avventa Terranova che, nel tentativo di anticipare Vrioni, centra in pieno la traversa, sfiorando l’autogol.

Due gigantesche occasioni in un minuto sono la dimostrazione di come la squadra abbia reagito, e al 39′ è Bruscagin a rendersi pericoloso con un intervento in scivolata sulla metà campo che per poco non sorprende Agazzi.

Ormai si attende solo l’intervallo, ma al 44′ ecco la svolta: Vrioni lavora bene un pallone per Lombardi, che impatta di prima mandando alto. Al momento del tiro, però, l’esterno arancioneroverde viene contrastato fallosamente da Renzetti, che lo stende causando il rigore. Dal dischetto si presenta Citro, che calcia forte e rasoterra battendo Agazzi.

La ripresa segue lo stesso canovaccio del primo tempo, con il Venezia FC a tentare di mantenere il possesso palla e la Cremonese pronta a ripartire in contropiede. Al 59′ Fornasier perde un brutto pallone sulla trequarti e Segre si vede costretto a fermare Soddimo lanciato a rete. La punizione dal limite, però, viene calciata da Piccolo sulla barriera, con Vicario che ferma anche il secondo tentativo del numero 7 ospite.

Passano sei minuti e i padroni di casa hanno la più ghiotta delle chance, ma sulla sponda di Modolo Citro da pochi passi non trova l’impatto con il pallone. E’ l’ultima giocata dell’autore del gol, che in seguito a un contrasto sarà costretto a uscire dolorante alla spalla destra, venendo sostituito da Di Mariano.

Il finale non regala più emozioni e così termina 1 a 1. Ora ci sarà la pausa per le Nazionali e si tornerà in campo sabato 30 marzo, contro la Salernitana. Questo stop andrà sfruttato al meglio dal tecnico arancioneroverde e da tutto il suo staff, innanzitutto per recuperare i molti infortunati, poi per capire con quali uomini affrontare le ultime nove partite.

Alla ripresa ci sarà una settimana di fuoco, con tre partite dall’alto tasso di difficoltà in appena sei giorni. Prima la trasferta di Salerno, poi il derby con il Cittadella nel turno infrasettimanale e infine la visita alla capolista Brescia. Insomma, un vero e proprio tour de force. Servirà carattere, attenzione e grinta per uscire dalla zona bassa della classifica e raggiungere quanto prima la salvezza.

 

Tags     #VENCRE    

Potrebbe interessarti anche