Cristian Molinaro presentato oggi presso la sede del club

News / Prima squadra   16 Gennaio 2020
Condividi   share

E’ stato presentato oggi presso la sede del club il difensore Cristian Molinaro.

A fare gli onori di casa è stato il Direttore Sportivo Fabio Lupo:“Credo che il giocatore non abbia bisogno di presentazioni, perchè per lui parla già il suo curriculum. I fattori determinati che ci hanno portato a scegliere un calciatore come lui sono stati la sua grande determinazione ed entusiasmo, e quando un giocatore del suo spessore ha queste caratteristiche non devi pensarci due volte. Siamo davvero molto contenti di aver portato a Venezia un ragazzo con le sue qualità. Di Molinaro mi piace ricordare un episodio di qualche anno fa quando andrai a vedere una partita del campionato Primavera tra Pescara e Torino e Cristian, che stava recuperando da un infortunio, era tra le fila dei granata. Durante quei 90 minuti ha giocando con un impegno tale, aiutando tralaltro costantemente i compagni con consigli, da colpirmi profondamente per quanta passione ed abnegazione avesse nell’affrontare un match di Coppa Italia Primavera. Ho sempre portato con me questa fotografia della sua professionalità.”

“Ci tengo a ringraziare il Presidente Tacopina, il Direttore Lupo, il Coordinatore dell’Area Tecnica Ortoli e mister Dionisi– afferma Molinaro, che ha scelto di indossare la maglia numero 11 – poichè mi hanno dato questa grande opportunità. Voglio dimostrare di essere nel pieno delle mie forze e voglio dare il mio contributo affinchè il Venezia FC faccia un grande girone di ritorno.”

LA CONDIZIONE ATLETICA
“In questi mesi è stato fondamentale aver avuto la possibilità di allenarmi costantemente e ci tengo a ringraziare l’Atletico Fiuggi Terme per avermi dato la possibilità di mantenermi in forma, poichè con loro seguivo il programma tipo degli allenamenti e ciò mi ha consentito di farmi trovare pronto. Voglio continuare a vivere il mio sogno, gioco a calcio per passione da sempre. Ho 36 anni, però ormai si invecchia sempre più tardi e sono convinto che ciò che ti identifica veramente sia quello che dai in campo più che la carta d’identità. So di essere in forma, non mi sento un giocatore arrivato al capolinea, ho forza di volontà e condizione e continuerò a giocare fino a quando ne avrò le forze.”

IL VENEZIA FC
“Il Venezia FC esprime un calcio brillante, lo seguo da inizio campionato ed ho visto in questi giorni come questo sia un gruppo tecnicamente e moralmente valido. L’allenatore ha fatto un grandissimo lavoro così come la società, che ha messo insieme una squadra giovane creando un gruppo molto coeso. La cosa che più mi ha impressionato è il modo di stare in campo della squadra ed il conoscersi tra compagni. Con un pò di fortuna e malizia in più qualche risultato che in passato è sfuggito nel girone di ritorno non ci sfuggirà, consentendoci di ottenere più punti rispetto al passato.”

LA CARRIERA
“Ho giocato sia nella Juventus che nel Torino è vero; ho sempre messo tutto me stesso nel mio lavoro, a prescidere dalla maglia che indossavo e credo che questo sia quello che conta veramente, perchè alla fine è sempre il campo ad avere l’ultima parola. L’esperienza in Germania con lo Stoccarda è stata molto stimolante perchè mi ha dato la possibilità di vedere un altro tipo di calcio, interpretato in maniera più spregiudicata. Sin dagli inizi di carriera ho sempre pensato di voler fare un’esperienza all’estero, e la mia è stata sicuramente positiva. Allo Stoccarda sono arrivato in un gruppo in cui i meccanismi erano ben rodati e riuscii subito ad inserirmi. Era una squadra che sapeva bene quello che doveva fare ed io mi trovavo in fascia con un giocatore fortissimo come Hleb. Il coronamento di quel periodo è stata la convocazione in nazionale, che è stata per me una emozione enorme.”

LA SERIE B
“E’ un campionato storicamente particolare. Quest’anno, tolto il Benevento, la classifica è molto corta e c’è la possibilità di far bene poichè molte squadre si equivalgono. Si tratta di un bel campionato, in cui le partite sono sempre aperte.”

Potrebbe interessarti anche