Partite leggendarie: Padova – Venezia 0 a 1

News   25 Gennaio 2019
Condividi   share

Pochi eventi nel cuore di un tifoso valgono tanto quanto un successo nel derby e non è un caso che sia così. Il derby, senza troppi giri di parole, sancisce il dominio territoriale di una squadra su un’altra o, in certi casi, di una città.

Venezia e Padova distano pochi chilometri e proprio per questo la tensione sportiva è sempre stata alle stelle. Giocare un derby è privilegio per pochi, ma non è certo gara da cuori deboli: vincere ti porta in paradiso, perdere può farti sprofondare.

Due anni fa si assistette all’apoteosi lagunare. Allo stadio Euganeo si giocava un derby particolarmente importante: da una parte un Padova che inseguiva la zona playoff, dall’altra i Leoni sempre più in fuga e che già quella sera, in caso di successo, avrebbero potuto festeggiare virtualmente la promozione in Serie B.

Sul campo fu partita vera. Nessuna delle due squadre voleva perdere e a risentirne fu lo spettacolo. Pochi tiri, poche azioni degne di nota e un primo tempo che scivolò lentamente verso uno 0 a 0.

La ripresa, però, si aprì con il botto: pochi secondi dal via e Moreo, dopo aver ricevuto palla da Falzerano, scaraventò un potentissimo destro sotto l’incrocio dei pali, correndo ad esultare sotto un settore ospiti stracolmo.

Teoricamente ci sarebbero stati altri quarantacinque minuti a disposizione dei biancoscudati per recuperare il risultato, ma il Venezia FC chiuse ogni spazio, non concedendo neanche un’occasione ai padroni di casa.

I cinque minuti di recupero servirono solamente ad accrescere l’attesa per i festeggiamenti, che partirono puntualmente al fischio finale. In campo prima e negli spogliatoi poi l’intera squadra festeggiò in grande assieme a un Joe Tacopina euforico.

Una partita storica, che di fatto consegnò il titolo agli arancioneroverdi, che poterono così godersi due incredibili momenti: la vittoria del campionato e l’averlo conquistato sul campo del Padova.

 

Tags     Stories    

Potrebbe interessarti anche