Modolo:”Fondamentale il rispetto delle regole che ci sono state date”

News / Prima squadra   21 Marzo 2020
Condividi   share

Il capitano del Venezia FC Marco Modolo, come tutti i suoi compagni di squadra, in questi giorni sta seguendo un programma specifico di allenamento per mantenersi in forma. Il numero 13 arancioneroverde è reduce da un infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo per circa un mese:

L’INFORTUNIO
“Ho recuperato dall’infortunio che mi sono fatto in allenamento appena prima della trasferta di Pisa, ma ora sto bene. Avevo già ricominciato a calciare e per Pordenone sarei stato disponibile però il campionato è stato giustamente sospeso. E’ stato davvero un periodo difficile per tutti i difensori, ci siamo fatti male in tanti e nello stesso momento; abbiamo davvero dovuto stringere i denti. Fortunatamente siamo tutti sulla via della guarigione di conseguenza quando e se il campionato riprenderà il reparto difensivo non sarà più in emergenza.”

LA SITUAZIONE
“In questo momento si leggono molte cose in merito alla ripresa del campionato. Credo che parlare ora di calcio e del campionato sia prematuro e poco rispettoso verso le vittime che ci sono state e verso le famiglie che in questo momento stanno soffrendo. Ritengo che vi siano degli organi competenti che prenderanno le decisioni più opportune in base all’evolversi della situazione. In questo momento l’attenzione di tutti deve essere rivolta al rispetto delle regole che ci sono state date per fare in modo di sconfiggere quanto prima il Covid-19. Se si decidesse di ricominciare mi auguro significhi che la situazione si sia definitivamente risolta.”

IL PENZO
“Quando e se si riprenderà a giocare mancheranno 10 partite al termine della stagione ed avremo degli scontri diretti importantissimi al Penzo quindi noi dovremo necessariamente invertire il trend negativo delle partite casalinghe. Fuori casa abbiamo fatto benissimo, però ci mancano quei punti che avremmo dovuto conquistare davanti al nostro pubblico.”

GLI ALLENAMENTI
“Dopo una sosta di questa portata, ci vorrà sicuramente del tempo per rientrare in condizione. Mancheranno solo 10 partite per cui la squadra dovrà essere brillante da subito; sarà difficile, ma sarà così per tutte le squadre. Forse questo sarà un piccolo vantaggio per le squadre più tecniche e brevilinee; di sicuro, nel caso si dovesse riprendere a giocare, sarà fondamentale essere concentrati sin dal primo momento, perchè in questo momento c’è paura del nemico invisibile che ci sta circondando e, ripeto, dobbiamo tutti attenerci scrupolosamente alle regole che ci sono state date. Tutta la squadra si sta allenando con i preparatori anche via Skype. Facciamo esercizi che si possono fare in casa per tenerci in forma ed essere agevolati nel momento in cui si decidesse di ripartire.”

Potrebbe interessarti anche