Ma che giocatore era… Re Artù Di Napoli?

News   30 Gennaio 2019
Condividi   share

Alla corte di Re Artù. No, non stiamo parlando del leggendario sovrano che sedeva alla celebre tavola rotonda insieme ai più coraggiosi cavalieri di Camelot, ma di uno dei grandi 10 che si siano visti a Venezia.

Nato e cresciuto a Napoli e calcisticamente formato dall’Inter, Arturo Di Napoli ha giocato in tutta la penisola italiana, passando da Palermo a Piacenza, da Milano a Messina e fermandosi per molte altre tappe. Una di queste, nell’estate del 2000, lo portò in Veneto, dove vestì la maglia arancioneroverde.

Il primo impatto avuto da Di Napoli non fu dei migliori: l’ambiente era ancora deluso dalla retrocessione dell’anno prima, dopo che nel ’98 si era assistito alla miglior annata calcistica possibile.

In panchina sedeva un allenatore giovane ma preparato, che successivamente arriverà anche a giocarsi una finale di un Europeo con la Nazionale italiana: Cesare Prandelli. Bettarini, Vannucchi, Morrone, Bazzani, Maniero sono solo alcuni dei nomi con i quali Di Napoli si trovò a condividere lo spogliatoio, preparando così una stagione gloriosa.

A fine annata, grazie anche al suo fondamentale contributo in zona gol (in quella stagione il 10 lagunare andò in rete sedici volte), il Venezia raggiunse nuovamente la Serie A, restituendo alla città ciò che dodici mesi prima era svanito.

Ma quello di Re Artù con Venezia è un rapporto che non si può spiegare a parole, un legame nato dal primo momento e che è rimasto intatto nel tempo.

Settanta presenze, 21 gol e tante esultante sotto la Curva Sud sono numeri importanti, che testimoniano quanto l’attaccante campano abbia dato ai colori arancioneroverdi.

Tags     Ma che giocatore era...    

Potrebbe interessarti anche