Il DS Fabio Lupo: “la squadra ha una sua precisa identità”

News / Prima squadra   07 Febbraio 2020
Condividi   share

Il Direttore Sportivo Fabio Lupo, conclusa la sessione invernale di mercato, ha colto l’occasione per fare il punto su quelle che sono le strategie della società:

IL MERCATO
“Il mercato di gennaio è il mercato delle opportunità e la nostra strategia è stata quella di operare in maniera mirata. La prima operazione, impostata già da tempo, è stata quella di Molinaro, cui hanno seguito gli acquisti di Monachello, Riccardi, Firenze e Longo. Lo definirei un mercato a “tappe” e gli obiettivi raggiunti sono in linea con le esigenze della squadra e le necessità rilevate da Dionisi. Sono stato agevolato nel mio lavoro da una  figura fondamentale come quella del Segretario Generale Davide Brendolin, che lavora al mio fianco. La sua disponibilità e competenza hanno dato una impronta al Venezia FC ed è lo specchio della disponibilità ed umanità del club arancioneroverde. Siamo complessivamente soddisfatti delle operazioni effettuate, poichè abbiamo abbiamo dato qualche alternativa in più all’allenatore sotto l’aspetto tecnico/tattico, abbiamo aumentato il tasso tecnico e la fisicità della rosa, introducendo inoltre giocatori di esperienza. I nuovi arrivati andranno ad inserirsi in un organico che nel girone di andata ha già dimostrato di essere di buon livello e che ha espresso un ottimo calcio, raccogliendo onestamente meno di quanto avesse meritato.”

IL RAPPORTO CON I TIFOSI
“Noi dobbiamo essere i primi a scatenare l’entusiamo nella gente ed a portare passione, e ci piacerebbe che la tifoseria fosse ancora di più dalla nostra parte. Questa squadra ha dimostrato di avere grande carattere perchè ha sempre saputo rialzarsi nei momenti difficili, però ha bisogno anche dei propri tifosi e della loro fiducia. Mi rendo conto che il pessimismo che aleggia nell’ambiente è frutto delle scorie della passata stagione, che invevitabilmente per tante ragioni è stata devastante. Chiedo ai tifosi però, nel limite del possibile, di restare vicino alla squadra perchè se tutto l’ambiente rema dalla stessa parte possiamo raggiungere presto il nostro obiettivo.”

LA SERIE B
“La Serie B di quest’anno è un campionato che ha un equilibrio straordinario e lo avevo subodorato; questo equilibrio ci deve responsabilizzare e ci deve far giocare ogni partita come se fosse l’ultima, avendo la consapevolezza che nel bene e nel male puoi vincere o perdere contro chiunque, indipendentemente dal blasone o dalla rosa dell’avversario.”

L’IDENTITA’
“La squadra ha una sua identità precisa, non ha paura di affrontare l’avversario. L’obiettivo di inizio stagione era proprio questo, ossia creare una squadra che avesse un’impronta marcata. In questo team c’è una risposta positiva continua e costante da parte di tutti nei confronti dell’allenatore, cui sono tutti legatissimi. Dionisi ha creato un feeling straordinario con la squadra ed è una cosa che traspare anche all’esterno, tanto è vero che nel mercato di gennaio tanti profili erano attratti dal giocare in questo collettivo.”

Potrebbe interessarti anche