Esposito: “Il club ed il mister mi hanno fatto sentire subito a casa”

News / Prima squadra   18 Gennaio 2021
Condividi   share

Dopo l’esordio in campionato di sabato, Sebastiano Esposito è stato presentato oggi in videoconferenza. A presentarlo è stato il Direttore Sportivo Mattia Collauto:
“Esposito non ha bisogno di particolari presentazioni, è un ragazzo molto giovane ma può vantare già esperienze di alto livello, perchè quando giochi così giovane in quel modo in uno stadio importante come San Siro significa che sei un giocatore importante. Abbiamo avuto l’opportunità di portare a Venezia uno dei giocatori più pomettenti dell’intero panorama calcistico e grazie agli ottimi rapporti che abbiamo con l’Inter e soprattutto alla volontà del ragazzo siamo riusciti a portare a buon fine l’operazione. In rosa non avevamo un giocatore con le caratteristiche di Sebastiano, perchè ha delle qualità importanti che gli permettono di giocare in tutte le zone d’attacco.”
E’ stato quindi Esposito a prendere la parola:
“Ringrazio il Direttore Collauto per le belle parole spese nei miei confronti; sicuramente non meritavamo di perdere contro il Pordenone, perchè la squadra ha creato tantissimo in fase offensiva senza peraltro subire in fase difensiva. Sono qui a Venezia per dare il mio contributo nell’aiutare la squadra a migliorare in fase realizzativa ed ho scelto questo club perchè la società ed il mister mi hanno fatto un’ottima impressione, facendomi sentire subito a casa sin dal primo momento in cui ci siamo parlati. Stavo attraversando un momento difficile ma loro mi hanno fatto subito percepire la loro fiducia, facendomi capire che con questa maglia avrei potuto fare cose importanti, ora tocca a me fare in modo che questa fiducia aumenti ulteriormente.”
“Sin da piccolo – prosegue Esposito – io e mio fratello siamo cresciuti con il calcio nel cuore anche grazie a mio papà che ci ha trasmesso questa grande passione. Il calcio è la nostra vita e credo che non ci sia nulla di più bello di questo sport. Ho avuto la fortuna di giocare in uno dei club più importanti del mondo, purtroppo o per fortuna pur essendo giovane so di avere gli occhi puntanti addosso ma la pressione fa parte del gioco e bisogna saperci convivere, ma se dovessi sbagliare qualcosa non sarà per colpa della pressione, anzi, la pressione può essere anche utile perchè ti fa sentire importante e ti spinge a migliorarti giorno dopo giorno.”

Potrebbe interessarti anche