A tu per tu con… Jacopo Segre

News / Prima squadra   12 settembre 2018
Condividi   share

Uno dei giovani più interessanti di tutta la Serie BKT è Jacopo Segre, atteso da una stagione importante dopo l’ottima annata trascorsa tra le fila del Piacenza, con cui si è messo in mostra in Lega Pro. Trentasei presenze e tre gol alla sua seconda stagione con i biancorossi, con i quali è cresciuto molto dal punto di vista tattico, tanto da convincere il Venezia FC a credere in lui, un ragazzo di appena ventuno anni. Jacopo però è tutt’altro che spaventato dalla nuova avventura e, anzi, non vede l’ora di provare sulla propria pelle la Serie B, palcoscenico ben diverso dalla Lega Pro.

Il salto dalla C alla B è altissimo, soprattutto dal punto di vista della qualità dei giocatori e dei ritmi. Alla fine è normale sia così, si tratta di un livello eccelso dove tutto è elevato, ma sono molto contento di tuffarmi in questa nuova esperienza.

Una carriera, quella di Segre, agli inizi considerando la giovane età, ma nonostante questo il Venezia FC per lui rappresenta già la quarta tappa dopo Piacenza, Torino e Milan. Ed è proprio nelle giovanili dei rossoneri che Jacopo, all’età di dodici anni, ha potuto osservare da vicino il proprio idolo, David Beckham. Segre ha coronato il proprio sogno di conoscere l’ex giocatore inglese questa estate, quando a un evento pubblicitario ha potuto incontrarlo.

Ho ricevuto un invito a un evento di un prodotto che aveva come testimonial Beckham e ovviamente non mi sono fatto scappare l’occasione. E’ sempre stato il mio idolo, sin da quando facevo da raccattapalle a San Siro e lui giocava con la maglia del Milan. Sono riuscito a farmi una foto con lui e a scambiarci due parole in inglese, dicendogli che gioco a calcio e che vorrei arrivare in alto come ha fatto lui.

Un obiettivo, quello di giungere ai livelli massimi del calcio mondiale, che non è l’unico progetto di Jacopo, che l’anno scorso ha iniziato l’università e che intende portare a termine:

Studio scienze motorie, vorrei riuscire a portare avanti gli studi per non pensare solo al calcio. Credo sia giusto e per questo motivo mi sento motivato. So che è dura perchè dopo gli allenamenti sono stanco e di conseguenza non riesco a studiare, ma ci voglio provare.

Una scelta che fa capire come Jacopo sia un ragazzo molto serio, che ha sì in mente di costruirsi una carriera da calciatore, ma che vuole comunque conquistarsi una laurea. Per ora pensa al Venezia FC e ad allenarsi, per arrivare pronto quando scoccherà il suo momento.

Ho una voglia pazzesca di giocare, fin dal ritiro. Sono giovane e quindi devo lavorare sino a quando il mister non mi chiamerà. Qui c’è tanta concorrenza, la rosa è forte e c’è molta competizione durante la settimana. Nonostante ciò, comunque, devo dire che mi sono ambientato benissimo, è un bel gruppo e si lavora bene. In più ho trovato un allenatore bravissimo con i giovani come me, per cui non potevo chiedere di meglio.

Centrocampista classe ’97 con piede decisamente raffinato, Segre avrà modo di ritagliarsi il proprio spazio durante la stagione, per poi dimostrare a tutti di meritarsi una maglia da titolare in questo Venezia FC.

 

Tags     a tu per tu con...     Jacopo Segre    

Gallery

Potrebbe interessarti anche