Primavera, Ripanto a tempo scaduto firma la rimonta

Giovanili   15 Marzo 2019
Condividi   share

Comunque vada, la Primavera di mister Marangon ha disputato una Viareggio CUP di gran cuore. Dopo il successo per 5 a 0 all’esordio contro l’Euro L.I.A.C e la sconfitta nel finale contro il Parma, i Leoni affrontavano oggi l’ultima gara del girone.

Di fronte c’erano i ghanesi del Nania, squadra molto fisica che, soprattutto nel corso del primo tempo, ha sfruttato questo fattore per imporsi sui lagunari, andando avanti di due gol e amministrando il vantaggio sino quasi all’intervallo.

A pochi secondi dal 45′, infatti, ci ha pensato Pimenta a riaprire ogni discorso. L’attaccante arancioneroverde, servito splendidamente con un lancio lungo dalla difesa, ha controllato al meglio un pallone complicato, riuscendosi a girare e calciando in porta di potenza.

La ripresa è stato un monologo del Venezia FC, che ha cominciato a creare un’occasione dietro l’altra, giungendo anche al pari con Pozzebon che, da azione di calcio d’angolo, ha staccato più in alto di tutti, mandando il pallone alle spalle del portiere ghanese.

Con la partita che andava verso la fine, i Leoni non hanno mai smesso di lottare e sono stati premiati a tempo scaduto: sull’ultimo pallone giocabile, infatti, Ripanto ha risolto una mischia furibonda, siglando il definitivo 3 a 2 che lascia qualche speranza di qualificazione a Marangon e i suoi ragazzi.

In caso di successo del Torino contro i brasiliani dell’Athletico Paranaense, infatti, gli arancioneroverdi otterrebbero il pass per gli ottavi, entrando così tra le migliori sedici compagini del torneo.

Sarebbe un risultato incredibile, ma soprattutto meritato. La Viareggio CUP dei Leoni, in ogni caso, ha ribadito la forza di questo gruppo, che attende solo il verdetto del match del Torino per poter tornare a sognare.

Tags     Primavera     Viareggio CUP    

Potrebbe interessarti anche